domenica 25 dicembre 2011

Tom Waits - Christmas Card



Limenik di natale
vien natale senza senso
mi vien male se ci penso
e seguire questo andazzo
fa girare più di un razzo
teso contro il mio dissenso


(teti)

4 commenti:

teti900 ha detto...

limerick di natale

vien natale senza senso
mi vien male se ci penso
e seguire questo andazzo
fa girare più di un razzo
teso contro il mio dissenso

simurgh ha detto...

Caustico, però perfetto.
nella tua poesiuola trovo divertente genialità. In fondo cio mi richiama al mio doppio. Alla mia ambivalenza. La penso come te sul natale e feste in genere. Credo che tom waits o altro che ho messo per questa occasione non sia proprio la celebrazione piu acritica. Poi tu conosci il testo di tom waits? Insomma le feste qua, nonostante tutto portano a galla un malessere, puntualmente. Trovare una conciliazione in qualche modo mi fa sopravvivere allo sconforto e alla tristezza, nonchè solitudine profonda. Vorrei tornarci su questo ragionamento e le mie contraddizioni. Ora la stefy mi aspetta alle bricole per lo spritz e devo farmi la barba e vestirmi. Oggi è anche il suo onomastico. Penso mi inviti a cena questa sera. Vediamo. Bellissima la poesiuola. Spero che continuerai a cimentarti. Chissà dove è andato a finire quel razzo poi. Tu hai sentito niente? :)) bacio al volo

simurgh ha detto...

La canzone di Waits, dopo il ritornello canonico della canzoncina di natale comincia cosi
- Ehi Charlie, sono incinta...-
Poi racconta, la tipa, la sua storia un bel pò devastante. Il padre di lei gli ha detto che vuol essere il padre di quel bambino e gli da l'anello che era di sua madre e la porta a ballare tutti i sabati notte.
In pratica lei è una prostituta che scrive una cartolina di natale a quel Charlie e gli racconta un po quello che gli è successo durante quell'anno.
- Ehi Charlie, penso a te...
Ero tornata ad Omaha, tra la mia gente, ma tutti quelli che conoscevo sono morti o in carcere, cosi sono tornata a Minneapolis e questa volta credo di restare...
e poi
- Ehi Charlie, penso di essere felice. Per la prima volta dal mio, chiamiamolo incidente e vorrei avere tutti i soldi che eravamo abituati a spendere per droga Mi piacerebbe comprarmi un sacco di auto usate e non vorrei vendere l'em...-
Cose cosi.
Non proprio natalizia, ma anche si

teti900 ha detto...

buon giorno, sorella Sim!
sono andata adesso a leggere le parole (che delle tue traduzioni mi fido poco).
io so niente del natale.
sono atea e indigente, cerco di essere coerente, evito di fare quella che dice una cosa e tanto ne fa un'altra.
per me è importante essere in questo modo, a volte pesa e costa ma a me sembra onesto.
mia mamma lo festeggia il 3 agosto santo stefano o forse è proprio stefania, l'ho scordato, ce lo siamo scordati tutti perchè suo padre è morto proprio quel giorno e da allora festeggiare sa di bestemmia e controsenso.
lo stesso dicasi (soprattutto credendoci in dio) per il natale.
ci ha messo in un bel casino sto dio e lo dovremmo anche festeggiare?
io preferisco assumermi le mie colpe o responsabilità (lui invece la butta sulla fede cieca) e credo che neanche un dio potrebbe esser causa del disastro che viviamo da quando siamo comparsi sulla terra.
fatto sta che pare che dopo aver scoperto che babbo natale e gesù bambino sono finti queste ricorrenze servano soprattutto a rattristare gli animi o a renderli consapevoli.
comunque sia il tutto vale anche per il capodanno, ovviamente e le altre feste comandate.
si fa leva sull'inconscio collettivo e ci si finisce dentro, poi quando passa la befana si è contenti e sollevati.
ma l'anno dopo ci si ricasca.
ecco questo è quanto so io del natale e delle feste comandate.
la canzone dice di sentimenti e storie di gente che forse il natale, quello che si vorrebbe, l'han mai visto.
ma conoscono bene il non natale, gente ricca per davvero, ricca del niente che siamo.
a che ci serve il natale?
tutta fuffa, tutte sovrastrutture.
grazie per l'apprezzamento, i limerick son facili ho visto, se ci sono riuscita io!
sì credo che proseguirò, van bene per il mio stile cinico da barba di tre giorni.
vado a vedere l'orto che ho messo i recinti per i cinghiali e poi quando passano i cacciatori di cinghiali lo lasciano aperto:(
insomma, mi toccherà sparare ai cacciatori che faccio prima se voglio far fuori i cinghiali, ma ti pare?